— galleria foto —

Firenze, 2007. Lisa Ciardi riceve la menzione al Premio giornalistico Capelli. Foto Pressphoto
Menzione al Premio giornalistico Capelli
vai alla galleria>>

— Pubblicazioni —

Inserto gratuito della Nazione di Lucca, a cura della SpeeD: continua>>

Live in Lucca-Viareggio mese, dicembre

— News —

Una sala dedicata alla Fondazione Del Bianco di Firenze nella Biblioteca Statale Russa “Rudomino”

Si tratta del primo caso di adozione tangibile di teoria e pratica di Life Beyond Tourism all'estero: continua>>

— Dettaglio Comunicati —

Il cordoglio di Opi Firenze-Pistoia per la scomparsa di Ali Chniter

Ali, 49 anni, lavorava al Don Gnocchi di Firenze occupandosi di assistenza in ambito della riabilitazione territoriale:

Firenze, 26 marzo 2018 – L’Opi Firenze-Pistoia si unisce al cordoglio per la morte improvvisa dell’infermiere Ali Chniter, scomparso prematuramente all’età di 49 anni nella notte fra il 18 e 19 marzo scorsi. Ali, arrivato in Italia grazie a un progetto internazionale portato avanti da Tunisia e Italia, ha lavorato per circa 18 anni all’Istituto Don Carlo Gnocchi di Firenze occupandosi di assistenza nell’ambito della riabilitazione territoriale. Oggi Alì ha fatto il suo ultimo viaggio verso la Tunisia, per tornare dalla sua famiglia.

«Esprimiamo con grande dolore il nostro cordoglio alla famiglia per la prematura scomparsa di Ali – commentano dall’Opi Firenze-Pistoia -, un bravo professionista, serio, puntuale e concreto ma soprattutto una persona disponibile e molto amata dai colleghi per la sua semplicità e la sua capacità di essere sempre sorridente, gentile e generosa. Alla sua famiglia e a tutti i suoi cari mandiamo le nostre più sentite condoglianze».

Ali Chniter è stato colpito da un malore improvviso nella sua casa di Bagno a Ripoli, dove viveva con un collega perché la moglie e i figli, di 9 e 10 anni, abitano in Tunisia. Al momento della disgrazia, purtroppo, il collega, anche lui tunisino, era tornato per qualche giorno dalla propria famiglia e Ali era quindi da solo in casa. Marito e padre premuroso, tornava a trovare la sua amatissima famiglia tre-quattro volte all’anno, quando gli impegni di lavoro glielo permettevano. «Amava il mare, la pesca e sognava di comprare una piccola barca – ricordano i colleghi - ed è sempre rimasto a Firenze sia per la vita sociale che lavorativa».

 

Il cordoglio di Opi per la scomparsa di Ali Chniter


Media & Comunicazione
firenze - roma
etaoin media e comunicazione - e-mail info@etaoin.it - PI 05246000482