Notizia

Le Case della Memoria verso il riconoscimento del MiBAC

Da Roma grande apprezzamento per il lavoro dell’associazione

Firenze, 26 luglio 2019– Gettate le basi per il riconoscimento da parte del Ministero dei Beni Culturali dell'Associazione Nazionale Case della Memoria. L’occasione l’ha offerta la partecipazione di Adriano Rigoli MarcoCapaccioli, presidente e vicepresidente dell’associazione,alla conferenza “Musei Italiani, Sistema nazionale” che si è tenuta nei giorni scorsi al Planetario delle Terme di Diocleziano (Aula Ottagona). 

I rappresentanti dell’associazione, ospiti del MiBAC, sono stati chiamati a presentare ai partecipanti alla conferenza la rete museale che raccoglie 78 case museo di personaggi illustri come esempio virtuoso di sistema museale a livello nazionale. L’incontro, ha offerto l’opportunità di parlare insieme al direttore generale Musei del Ministero dei Beni culturali Antonio Lampis, del Sistema museale nazionale che si appresta a mettere in rete tutti i cinquemila musei italiani di varia proprietà. 

«Si tratta di un incontro che crediamo possa rappresentare la pietra d’angolo per i prossimi sviluppi della nostra associazione, fino al suo riconoscimento da parte del MiBAC – commenta il presidente dell’associazione Adriano Rigoli-. Voglio ringraziare Antonio Lampis per la splendida occasione: confidiamo in un prossimo incontro in Toscana».

«Lampis ha spiegato che i dati economici relativi ai musei nazionali indicano un incremento di incassi che sta costantemente aumentando e contribuendo in modo significativo al PIL nazionale – spiega il vicepresidenteMarco Capaccioli-. A dimostrazione che puntare sulla cultura e sulla conservazione del nostro patrimonio è sempre una strategia vincente».

A condividere la giornata di presentazione anche Carmelo Malacrino, direttore del Museo archeologico nazionale di Reggio Calabria, tra i principali musei dotati di autonomia speciale del MiBAC e Marco Pierini, direttore del Polo museale dell’Umbria, istituto del MiBAC che gestisce 12 luoghi della cultura. I tre direttori hanno condiviso la loro esperienza, lasciando in esposizione al Planetario opere rappresentative della propria collezione: per le Case della Memoria sarà esposto fino a settembre, nell’Aula Ottagona del Planetario delle Terme di Diocleziano, un grande pannello illustrativo che documenta l’estensione a livello nazionale dell’associazione che conta 78 case di personaggi illustri in tutta Italia. Nell’occasione è stato anche presentato ilnuovo video dedicato a tutte le case associate,  visibile sui canali social dell’Associazione e sul canale YouTube del MiBAC insieme agli altri pubblicati del Sistema Museale Nazionale.

 

Le Case della Memoria verso il riconoscimento del MiBAC